100 giorni

29 novembre 2022

La app StreetComplete che ho installato sul mio smartphone mi ricorda che sono stato attivo per 100 giorni (non consecutivi), e mi sembra opportuno e utile condividere qui qualche impressione e considerazione.

Archivio di Twitter alla mano, ho citato StreetComplete per la prima volta nel 2017. Ma ricordo che durò poco: all’epoca risultava molto lenta nel recuperare le “missioni” da svolgere, ovvero i nodi OpenStreetMap cui era richiesto di aggiungere qualche informazione facilmente reperibile andando per la strada e passando accanto agli elementi interessati. Alché ho lasciato perdere per qualche tempo, finché – anni dopo – l’amico Boz non me la menzionò nuovamente e tornò alla mia attenzione. Ho così scoperto che nel tempo era stata molto migliorata, sia nelle prestazioni che nelle funzionalità, ed ho iniziato a smanettarci con una certa regolarità: andando al supermercato a fare la spesa, andando da mia madre per un occasionale pranzo della domenica, andando in ufficio da un cliente, magari imboccando percorsi leggermente diversi da una volta all’altra per evitare di transitare sempre dagli stessi punti ed avere sempre qualcosa di nuovo da mappare.

Confesso di averla sempre utilizzata con una certa moderazione, quasi esclusivamente percorrendo strade già note e conosciute lungo le quali potevo permettermi di concentrarmi sulla mappa anziché guardarmi attorno. Durante le vacanze, e in città nuove ed inesplorate, l’ho tenuta chiusa la maggior parte delle volte: non mi è mai andata a genio l’idea di rovinarmi l’esperienza di un posto nuovo da visitare al solo scopo di cliccare qualche bottone su uno schermo. Ma nonostante il mio scarso rigore e la modesta dedizione, segnalando un attraversamento pedonale senza indicatori tattili per i non vedenti o la presenza di una strada lungo cui non è possibile parcheggiare, sono comunque riuscito ad accumulare migliaia di piccoli contributi e a scalare fino alla Top 50 della classifica italiana.

Usando StreetComplete ho preso atto di quanto sia oggi semplice ed immediato contribuire attivamente al patrimonio culturale libero, e avere un impatto forse meno visibile (e meno spendibile sui social network) ma certo più significativo e concreto di quel che si ottiene sottoscrivendo una lettera aperta o firmando una petizione. Tant’è che, in un certo qual modo, questa app è stata anche l’ispirazione per la rubrica “Todo” della newsletter di Italian Linux Society (i cui riferimenti vengono riportati anche sull’omonima pagina di linux.it): una collezioni di strumenti facili, alla portata di tutti, presentati sottoforma di app per lo smartphone o di applicazioni web, con cui chiunque – secondo le proprie capacità e competenze, benché nella maggior parte dei casi non ne siano richieste affatto – può fare qualcosa di utile dedicando anche pochi minuti, anche senza una frequenza regolare. Tra i miei preferiti ci sono anche la app di Wikimedia Commons, che mostra su una mappa gli elementi Wikidata che hanno delle coordinate geografiche ma non una foto che li ritragga nell’archivio fotografico di Wikipedia, e Common Voice, progetto promosso da Mozilla che aspira a creare dei modelli vocali (quelli usati per tradurre il testo in voce e la voce in testo) liberi e aperti a partire dalle registrazioni audio rilasciate da migliaia di volontari.

Non so quanti abbiano mai consultato la suddetta pagina web, e soprattutto quanti abbiano effettivamente trovato una iniziativa su cui si sono poi messi all’opera, ma se andando e tornando dal comprare i Sofficini vicino a casa risulto oggi tra i 50 maggiori contributor italiani di StreetComplete probabilmente la stima è “molto pochi”. Eppure, in cuor mio, continuo a confidare in un coinvolgimento pragmatico di quella silenziosa maggioranza di appassionati e curiosi che – pur talvolta trovandosi passivamente a leggere di PEC minatorie, appelli istituzionali, campagne di sensibilizzazione e altre iniziative intangibili e lontane dal quotidiano – vorrebbero sentirsi parte attiva della cosiddetta “community” ed apportare un proprio contributo reale.

Dopo 100 giorni su StreetComplete mi sembra di non aver neanche iniziato. Ma ho iniziato, ed è quel che conta.

Pubblicità

Una Risposta a “100 giorni”

  1. IB` Says:

    Installato entrambe appena dopo aver letto questo post. Sono proprio due belle app.

    que viva wiki!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: