Chiusura Centralizzata

11 febbraio 2017

Anche quest’anno sono stato al FOSDEM. E anche quest’anno propongo la mia personale lettura dell’evento internazionale che, nel bene o nel male, funge da cartina da tornasole nei confronti dell’intero movimento opensource.

Stando a quanto visto il trend emergente è quello del self-hosting, ovvero la pratica di gestirsi da sé i propri servizi online (o, quantomeno, di rivolgersi a fornitori “alternativi”). Una tendenza con ovvie implicazioni tecniche, ma soprattutto con implicazioni sociali e politiche. Il debutto della devroom “Decentralized Internet” né è stato il segno più evidente, a partire dal suo nome provocatorio: laddove Internet è e resta una infrastruttura di fatto decentralizzata, è fuor di dubbio che gran parte del traffico (e delle informazioni) passi da un numero limitato di nodi – genericamente identificati con l’acronimo GAFA: Google, Apple, Facebook, Amazon -, e l’invito a ri-decentralizzare la Rete mira a bilanciare questo equilibrio spezzato. Sensibilizzando sull’argomento, ma anche costruendo strumenti più facili e rendendo accessibili anche ai profani le sofisticate tecnologie di virtualizzazione, contenimento e amministrazione abitualmente usate dai più skillati sistemisti.

Il tema non è affatto nuovo ma è interessante notare come, laddove continui ad esistere un approccio negazionista nei confronti del “cloud”, ci sia anche un movimento di azione e reazione volto a fornire non solo delle motivazioni ma anche delle soluzioni. Cosa nient’affatto scontata: il fork di ownCloud – la piattaforma forse più popolare del momento nella categoria “servizi cloud fai-da-te” – in NextCloud, avvenuto a giugno, avrebbe potuto minare la fiducia della community nei confronti di questo genere di iniziative, ed invece pare non aver intaccato l’ottimismo diffuso. Certo continuano a mancare alternative valide per tutte le esigenze (benché in questa sede ne abbia scoperta qualcuna nuova), ed il capitolo “social networks” fa storia a sé, e gestirsi il proprio server non è ancora cosa alla portata proprio di tutti, ma i progressi su questo fronte sono all’ordine del giorno.

Tra le note più folkloristiche relative alla manifestazione: quest’anno i talks più interessanti non sono stati condensati al mattino e, almeno al sabato, l’orario ha subito un lieve slittamento dal 9:00/18:00 al 10:00/19:00: evidentemente io ed i miei compagni di avventure non siamo i soli a far tardi nelle birrerie di Bruxelles; “Premio Originalità” agli sviluppatori di VLC, che si sono presentati in massa con improbabili cappelli a forma di cono: davvero non se ne poteva più di vedere solo cappelli rossi!; la bacheca dedicata alle offerte di lavoro diventa sempre più grande, ed è un buon segno: sempre di più sono le aziende “fuori dal coro” che cercano talenti nel campo dell’opensource, molto spesso in remoto e su tutta Europa, ed il settore continua a crescere in modo sensibile.

Manco a dirlo l’evento è stato anche una occasione per incontrare tanti italiani, vecchie e nuove conoscenze, e discutere sullo stato della nostra community nazionale, fare progetti e valutare idee. Come sempre non tutti i buoni propositi arriveranno ad essere realizzati, ma per alcuni già ho iniziato a mobilitarmi e a tastare il terreno. E facilmente qualcuno di essi sarà prossimamente veicolato per mezzo di ILS. Il più è riuscire a cavalcare il più a lungo possibile l’effetto-FOSDEM.

Annunci

3 Risposte to “Chiusura Centralizzata”


  1. […] Chiusura Centralizzata #:free open source software ::: MadBob […]


  2. […] business ma non certo dell’utenza domestica. Nell’ottica di facilitare e stimolare la ri-decentralizzazione dell’Internet la disponibilità di un client di posta elettronica potente ed agnostico sarebbe un fattore […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...