Con Linux Potresti

6 marzo 2014

Ora che la pagina “Con Linux Puoi” e’ online, posso raccontare un piccolo retroscena su come l’idea sia nata ma soprattutto su come si sia sviluppata.

Tutti i lettori di codesto blog certo sanno della oramai imminente dismissione di Windows XP, dunque non mi dilungo. Sulla mailing list privata di Italian Linux Society uno dei soci, vicino al progetto LibreUmbria, fece notare come a Perugia si stessero organizzando con un incontro pubblico per fare divulgazione in merito, e proporre come soluzione non gia’ l’aggiornamento ad un ennesimo Windows ma la migrazione a Linux. Il concetto ufficiale e’ “si risparmia”, quello di fondo “gia’ che si deve cambiare radicalmente qualcosa cui si e’ abituati, tanto vale almeno provare tutt’altro”. L’invito fu quello di estendere l’invito ad altri LUG italiani, affinche’ a loro volta allestissero incontri locali sul tema e contribuissero alla promozione, ma l’appello esteso a fine gennaio ebbe scarso riscontro: solo una minoranza rispose, di questi solo una minoranza rispose esprimendo interesse per partecipare, di questi nessuno aveva gia’ iniziato a mettersi in moto. Il proposito di fare una sottospecie di “Linux Day XP” sfumo’ in breve tempo per ovvi limiti organizzativi: inutile sarebbe stato insistere dati quei presupposti.

Ho iniziato pertanto a ragionare in merito ad una “campagna” informativa online, senza troppe pretese (per quanto molto migliorata nel corso dell’ultimo anno, la presenza web di ILS non e’ ancora cosi’ massiccia) ma comunque con una ragione di esistere. Soprattutto, una ragione non auto-referenziale e non fine a se’ stessa: dato l’argomento prettamente tecnico (e la dismissione di un sistema operativo e’, sotto ogni punto di vista, un argomento prettamente tecnico) troppo facile sarebbe stato optare per un messaggio destinato agli smanettoni linuxari piu’ che agli effettivi utilizzatori di XP, celebrativo di un evento che nessuno al di fuori della schiera nerd avrebbe potuto comprendere, che sarebbe passato totalmente inosservato ai piu’.

Alche’ sono incappato in questo tweet, dunque in questo articolo, dunque in questo video, in cui un ragazzotto non meglio identificato spara a zero su “Linux”. Riassumendo in pochi minuti quelli che sono i luoghi comuni in assoluto piu’ popolari in merito all’opensource: e’ gratis dunque necessariamente di scarso valore, non ci si puo’ combinare nulla (il protagonista insiste sulla professionalita’ delle sue mansioni non applicabili su Linux, ma nel canale YouTube parla estensivamente di videogiochi e viene spontaneo pensare che quella sia la sua attivita’ principale), i virus non ci sono perche’ nessuno lo usa, ed i linuxari sono mediamente degli invasati che pretendono di avere sempre ragione. Sorvolando sull’ultima sacrosanta verita’ (comunque fondata solo se si restringe il cerchio agli incalliti che infestano le mailing list, il bacino di utenti Linux oramai va anche ben oltre i soli addetti ai lavori), le altre sono posizioni decisamente opinabili – ed espresse in maniera ancor piu’ opinabile nel video, costruito appositamente con fare provocatorio per diventare virale – che, volenti o nolenti, sono ampiamente diffuse e radicate presso la massa. E che pertanto vanne prese di mira in modo selettivo.

Da qui il “Con Linux Puoi”: non ha niente a che fare con Windows XP, non ha niente a che fare con il riuso di vecchio hardware (che invece e’ il filone comunicativo adottato da altri), grammaticalmente e’ una mezza frase che puo’ essere conclusa in vari modi – un appello propagandistico o un fatto – dunque si presta ad essere usata come hashtag sui social network, ma soprattutto e’ una affermazione in simmetrica contrapposizione con una di quelle sopra (ovvero: “non ci si puo’ combinare nulla”).

Il motto sembra sinora essere stato apprezzato dal comunque modesto bacino raggiungibile ed ha ricevuto un poco di esposizione da parte degli entusiasti della prima ora, mi sono giocato un paio di carte (la dignitosa newsletter ILS ed il relativo account Twitter) ed un altro paio sono in dirittura (il banner su linux.it, sito su cui il 19% delle visite arriva proprio da Windows XP, e gli account social del Linux Day), staremo ora a vedere se effettivamente il messaggio riuscira’ a raggiungere i diretti interessati.

Perche’ con Linux “puoi”, ma solo se qualcuno te lo dice.

Una Risposta to “Con Linux Potresti”

  1. maupao Says:

    Bravo Rob, è stata una bella iniziativa e soprattutto condivido l’idea di mettere in risalto le cose che si possono fare. Sicuramente l’approccio personale è quello che “rende” di più, al di là di proclami e iniziative rivolte al grande pubblico. Anche io ho visto il video, e sinceramente mi sono sentito anche offeso da quello che riporta il “ragazzone” in questione perchè, al di là delle sue opinioni su un prodotto (di cui sa evidentemente molto poco) offende anche pesantemente le persone che lo usano, io tra queste.
    Ben vengano queste pagine che danno argomenti spendibili con tutti nel cercare di far conoscere ‘sta bellezza del software libero.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...