C’e’ Crisi

14 luglio 2013

L’altro giorno, sulla mailing list privata della ConfSL (annuale – o quasi – conferenza accademica e para-scientifica sul mondo del software libero, gia’ citata su questo blog in occasione delle mie due precedenti partecipazioni), e’ stato ripreso il vecchio thread col quale si commentava blandamente l’annullamento dell’edizione 2013 della manifestazione con una mail in cui si legge:

Qualcuno ha voluto vedere nella mancanza di contributi un segnale della crisi e in particolare della crisi del SL (e mi ha detto che è meglio chiudere la confsl stando così le cose), ma mi risulta difficile credere che la giustificazione della lacuna stia tutta solo qui

A seguire un riferimento ad un’altra mail in cui si imputa l’ampia diserzione alla Call 4 Papers – e dunque la conseguente decisione di saltare l’appuntamento di quest’anno – alle troppo rigide regole imposte per l’ammissione delle relazioni, salvo poi far notare che le medesime regole sono state applicate anche negli anni passati, e l’invito ad aggregare l’edizione 2013 ad un’altra manifestazione italiana strettamente legata al mondo open di analoga impostazione.

Ora: se di crisi vogliamo parlare, posso affermare con una certa sicumera che non si tratta di una crisi del software libero. La crisi, se mai si volesse usare questo termine drastico, e’ della community di prima generazione.

Quella delle mailing list, del fondamentalismo, dell’autocelebrazione. E, appunto, della ConfSL, appuntamento interessante solo nella misura in cui funge da pretesto per rivedere i cari colleghi linuxari sparsi in Italia almeno una volta all’anno ma che proprio per questo motivo ha scarso traino verso i non-iniziati al ristretto circolo dell’intellighenzia linuxara. Prova ne e’, come detto sopra, che il motivo dell’annullamento dell’edizione 2013 e’ stata la mancanza di relatori: quelli di sempre han gia’ detto quello che dovevano dire, magari pure due o tre volte, e si son stancati di ripeterlo.

La soppressione, o almeno la posticipazione e l’inglobamento della ConfSL e’ solo l’ennesimo sintomo visibile del disfacimento del vecchio modello comunitario. Che segue alla desertificazione delle mailing list, e all’accantonamento delle associazioni nazionali (su cui dovro’ decidermi a scriver due righe).

Dunque? Niente ConfSL vuol dire che il software libero e’ morto?

Sicuramente son lontani i tempi dell’entusiasmo e delle belle speranze, delle promesse di un mondo migliore espresse a colpi di 300 mail al mese sulle mailing list nazionali. Eppure gli stimoli che arrivano dal mondo esterno tutto fanno pensare tranne che ad una crisi. Vuoi le periodiche notizie di adozione di software libero da parte di alcune amministrazioni. Vuoi le mail private che sporadicamente ricevo da parte di giovani virgulti intenzionati – bonta’ loro… – a fondare un nuovo LUG nella loro citta’. Vuoi le mailing list di approccio piu’ pratico e non popolate di soli nerd (una per tutte: la lista WiiLD) che continuano ad erogare centinaia di mail al mese. Vuoi la recente esplosione di interesse intorno a quella che genericamente viene chiamata “cultura maker” – ovvero Arduino, la stampa 3D, i FabLab… Opensource allo stato solido – che permette di tornare a riempire i seminari ed i workshop organizzati, anche, dai LUG e di raggiungere un pubblico piu’ ampio che mai.

Il paradigma di riferimento e’ cambiato e continua a cambiare. Volersi ancorare alle vestigia di una community che non c’e’ piu’ non e’ utile, ne’ lungimirante e’ tentare di salvarle a tutti i costi senza badare alle tendenze – e ancora piu’ alle esigenze – odierne.

La crisi c’e’. Ma del metodo, non dell’idea.

4 Risposte to “C’e’ Crisi”


  1. […] C’e’ Crisi […]


  2. […] Aperta, quest’anno si e’ svolta ad Ivrea (dunque ad un tiro di schioppo da Torino), ed essendo saltata la ConfSL questa e’ stata l’unica occasione del 2013 per rivedere un po’ di facce […]


  3. […] è il Linux Day. Al secondo posto mi verrebbe da mettere la ConfSL, conferenza annuale (salvo le dovute eccezioni) ben nota nei circoli strettamente linuxari che comunque ha una portata di pubblico inferiore di […]


  4. […] edizione della ConfSL, l’annuale (circa…) conferenza annuale sullo stato del software libero in Italia. E altro breve report steso “a […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...