Quelli che… il 2.0

14 gennaio 2009

L’altro giorno, navigando tra i links segnalati da alcuni amici su Facebook, ho scoperto che il Comune di Torino si e’ recentemente lanciato in una serie di iniziative definite “duepuntozero”: nientemeno che un canale Twitter in cui passano notifiche varie per il cittadino ed un notiziario su YouTube.

Riavutomi dallo shock seguito dopo aver visto che un ente statale ha consapevolezza degli strumenti telematici di ultima generazione ho fatto un giretto per le varie pagine dei servizi offerti dal Comune, tra cui spiccano fior di mashup costruiti su Google Maps e blogs, ed ho tristemente constatato quello che fin troppo facilmente era prevedibile: di tutte le informazioni, i dati, gli avvisi ed i contenuti pubblicati facendo uso delle tecnologie piu’ cool del momento, nessuno di questi viene esposto in un formato anche solo vagamente utilizzabile programmaticamente.

A che servono le puntuali notifiche sulla viabilita’, le segnalazioni degli eventi culturali, i tanti e potenzialmente utilissimi frammenti di informazione pubblicati se sono fruibili solo per mezzo di filmati o frasi il cui contenuto non e’ discriminabile all’interno di un qualsivoglia applicativo web o desktop? Se l’unico modo di conoscere un dato e’ andarselo a cercare passando per mille links e pagine tutte diverse l’una dall’altra, il dato non serve a niente! Non sarebbe molto molto meglio esporre un benedetto webservice che produca un XML o un RDF recante quelle stesse informazioni minuziosamente raccolte organizzandole con un qualsivoglia protocollo noto e parsabile, e lasciare che altri possano fruire di tale inestimabile sorgente al fine di aprire le porte di chissa’ quale nuova frontiera di servizi accessori che possano portare il dato laddove davvero possa essere istantaneamente utilizzato senza far impazzire l’utente?

Ho avuto modo di scambiare un paio di mail con la redazione web del Comune di Torino, ma quel che ho percepito e’ stata una discreta ignoranza sul significato che hanno gli strumenti da essi usati: l’importante per loro e’ poter sbandierare l’utilizzo di tali modernissimi orpelli duepuntozero, tanto trendy e chic, senza badare minimamente alla effettiva utilita’ che possano avere per il cittadino. Sorvolando sulla quantita’ di denaro speso per mantenere tali iniziative: posso facilmente immaginare che due edizioni al giorno di un notiziario su YouTube abbiano il loro costo anche solo in termini di personale addetto… Diamine, cosi’ si che riconosco l’ente pubblico!

La piu’ grande maledizione della tecnologia e’ di essere alla moda: tutti ne parlano, tutti ne fanno un uso abbozzato (quel tanto che basta per potersi dichiarare “al passo coi tempi”), ma ben pochi riescono a sfruttarla con senso pratico. E’ stato cosi’ anche per l’Internet stessa a meta’ degli anni ’90, quando le connessioni dialup a 56k spuntavano come funghi e ci si vantava con gli amici di poter arrivare a casa e connettersi (per fare che, non si sa: l’importante era appunto essere “in Internet”); non resta che attendere che l’eco generatosi intorno al duepuntozero si spenga e che il popolo bue sposti la propria attenzione altrove, eliminando il rumore di fondo e lasciando a chi sa cosa sta facendo spazio per operare realmente sui suddetti strumenti rendendoli, di fatto, invisibili ed accessibili a tutti.

About these ads

Una Risposta a “Quelli che… il 2.0”


  1. [...] di quattrini tra i soliti noti e che mai avrebbe prodotto nulla di utile, considerando anche i gia’ commentati precedenti, ma, sebbene la sensazione iniziale non sia proprio del tutto svanita, devo dire che almeno un [...]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.